bannerOUTIS3_web-1166x360

 

 

Outis è un organismo sostenuto negli anni da

MIBACT | REGIONE LOMBARDIA | COMUNE DI MILANO | FONDAZIONE CARIPLO | SIAE

Riconosciuto dalla Regione Lombardia quale soggetto di rilevanza regionale

L’autore contemporaneo, il suo lavoro, la sua creatività, sono i punti centrali attorno ai quali si articola tutta l’attività di Outis.Un servizio culturale che, attraverso la diffusione e la promozione della nuova scrittura drammatica, affianca l’attività dei teatri, sensibilizzandoli e stimolandoli ad accogliere i nuovi talenti.

Fondato nel 1998 per offrire un contributo al rinnovamento del repertorio teatrale, nel comune impegno con l’autore per il riconoscimento artistico e sociale della sua opera, Outis è da vent’anni un punto di riferimento per chi vuole, oltre ai testi classici, conoscere il mondo della produzione teatrale contemporanea. L’intento è quello di dare spazio a un Teatro del presente per il presente che si nutre del nostro quotidiano, restituendoci le parole e le emozioni del tempo che ci appartiene, attraverso un confronto vivace e dinamico con gli scrittori, gli attori, il pubblico. La nostra attività di promozione non è un servizio accessorio, ma guarda “dall’alto”, attraversa, rinnova, l’intero sistema teatrale, perché costituisce uno dei punti nevralgici del fondamento teatrale.

“Quello della Promozione è uno dei settori più vitali e interessanti della scena italiana, dal momento che la cultura teatrale italiana non trova il suo fulcro solo nella produzione e fruizione spettacolare, ma il teatro assume nella nostra tradizione una serie di ruoli, compiti e funzioni extra-spettacolari ugualmente rilevanti.”

(Rapporto Commissione Prosa Mibact triennio 2015-2017).

A tal fine Outis organizza festival, rassegne, master e corsi di scrittura teatrale e realizza progetti su misura per musei, biblioteche, centri culturali.

 

Cuore dell’attività è l’ideazione e l’organizzazione di:

 

  • TRAMEDAUTORE – FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE DRAMMATURGIE
    Giunto alla XVIII edizione, Tramedautore, consolidato nel panorama italiano come una delle più importanti vetrine del teatro contemporaneo, grazie anche alla collaborazione con un partner d’eccezione, il Piccolo Teatro di Milano, nel corso degli anni ha ospitato spettacoli e autori di oltre 56 paesi europei ed extra europei, raccontando il teatro globale e facendo conoscere al pubblico un patrimonio culturale spesso sconosciuto.

 

  • RASSEGNE E PROGETTI SU MISURA
    A fianco alla sua attività istituzionale Outis ha saputo realizzare progetti specifici in collaborazione con i principali enti culturali del territorio. La sua capacità di interpretare, valorizzare e tradurre in progetti concreti le diverse esigenze della committenza ne ha fatto un sicuro punto di riferimento per tutte le realtà attive nel settore culturale. Tra i progetti realizzati in questi anni:– TrameJazz Gallery –PAC – PADIGLIONE D’ARTE CONTEMPORANEA – MILANO
    Rassegna di teatro e musica jazz organizzata da Outise Musica Oggi- Civica Scuola di Jazz, in occasione della mostra “Duane Hanson. More than Reality”.

    – Trame da camera
    – MUSEO BAGATTI VALSECCHI – MILANOUn palazzo per venti storie. I visitatori diventano spettatori, gli spazi si trasformano in palcoscenici. Con lo sguardo rivolto al nostro presente, cinque scrittori di teatro sono stati invitati a scrivere venti testi, intorno al concetto di casa. Gli spettatori/visitatori seguono un percorso che li porta ad assistere a brevi rappresentazioni in ognuna delle stanze del Museo, trasformate in altrettante “stazioni” teatrali.

    – Maldafrica – Trame a colori –
    PAC – PADIGLIONE D’ARTE CONTEMPORANEA MILANO
    Nell’ambito della mostra “Double Dress” dell’artista nigeriano Yinka Shonibare.

    – Metropolis: la fabula visionaria –
    PAC – PADIGLIONE D’ARTE CONTEMPORANEA MILANO
    Una performance che unisce le immagini del film Metropolis di Fritz Lang (1927) e brani del romanzo di Thea von Harbou preparata la mostra GRAZIA TODERI

    – CruciVERBO – Azioni in Libertà
    – PALAZZO DELLA BORSA MILANO
    Uno spettacolo, inserito all’interno delle iniziative promosse dal Comune di Milano per celebrare il centenario del Futurismo, in cui il pubblico, come in una serata futurista, viene coinvolto in strani cruciverbi e giochi di parole, invitato a trovare un altro senso, un nuovo significato, tra il rumore assordante delle contaminazioni verbali e un testo senza ordine né coerenza, quasi assurdo.- La Giostra dell’ Apocalisse – ROTONDA DI VIA BESANA MILANO
    Progetto triennale a cura di Outis, Sentieri selvaggi, ScenAperta, che ha riunito teatro, musica e arti visive, ed è stato, insieme, rappresentazione ed esposizione sul tema di una moderna, attuale apocalisse.-

    – La Fabbrica dell’ uomo –
    3 EDIZIONI IN DIVERSI LUOGHI DI MILANO
    Festival a cadenza biennale dedicato al rapporto fra teatro e società che individua, di volta in volta, un tema di carattere universale con l’obiettivo di contribuire a rivitalizzare il teatro puntando sui nuovi talenti, nuovo pubblico. Un progetto multidisciplinare all’insegna della commistione dei linguaggi e delle contaminazioni espressive che spazia dal teatro alle performing arts, per offrire una molteplicità di punti di vista.
    I edizione:   NUOVI SCENARI DAL MONDO DEL LAVORO
    II edizione:  IDENTITA’ E PASSION I
    III edizione; INCANTI E DISINCANTI

 

  •  INNESTI – Mutazioni del paesaggio umano transculturale | progetto MigrArti – MiBACT
    Rassegna di spettacolo dal vivo – 6 spettacoli, 1 reading (testo del laboratorio), 1 concerto, 3 tavole rotonde/conferenze, 1 laboratorio di narrazione della migrazione – i cui protagonisti sono stati giovani autori e artisti “italiani ibridi”, nati o provenienti da Albania, Russia, Pakistan, Afghanistan, Iran, Romania, Brasile, altri paesi, che hanno avviato un processo di lavoro comune con artisti “semplicemente” italiani per intrecciare esperienze e dar vita a qualcosa di nuovo.

 

  • ARCHIVIO AUTORI
    Le pagine del nostro tempo_archivio di testi teatrali a portata di clickCon il progetto Le pagine del nostro tempo_archivio di testi teatrali a portata di click, è stato realizzato in Italia il primo archivio/biblioteca digitale di testi teatrali contemporanei (con testi editi e inediti, di cui molti in, lingua originale) presente su piattaforma informatica interattiva.Oltre a Outis (con un fondo di 6.000 testi), il progetto ha coinvolto come partner la Fondazione Teatro Italiano Carlo Terron (con un patrimonio di 2000 testi) e l’Università degli Studi di Milano: Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali e Dipartimento di Informatica, e la collaborazione di MDS (impresa lombarda con competenze nell’ambito dell’innovazione tecnologica).
    Il progetto risponde a due bisogni fondamentali: soddisfare quello – anche in ambito internazionale – di registi, attori, ricercatori, studenti nel reperire testi teatrali contemporanei, e preservare il materiale cartaceo dal decadimento fisico, e quindi digitalizzarlo perché diventi un bene comune, diffondendo in maniera sempre più capillare la letteratura teatrale

 

  • MASTER DI SCRITTURA TEATRALE E SEMINARI DI APPROFONDIMENTO
    Un’attività di formazione rivolta ai giovani autori che si propone di fornire strumenti professionali attraverso lo studio, l’analisi e la pratica della scrittura teatrale. Nel corso di queste attività, si sono alternati scrittori di chiara fama: Ugo Chiti, Bjliana Sbrljanovic, Giampaolo Spinato, Dacia Maraini, Antonio Albanese, Gino & Michele, Vincenzo Cerami, Cesare Lievi, Aldo Nove.

 

Outis ha collaborato negli anni con molti enti ed istituzioni, italiani e stranieri, tra cui ricordiamo: Biennale di Heidelberg, Atelier de la Traduction Théatral – organismo europeo, Triennale di Milano, Università degli Studi di Milano, Museo della Permanente, PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, Museo Bagatti Valsecchi, Biblioteca Sormani, Istituto di Cultura Italiana di Edimburgo, CCA Suspect Culture University of Strathclyde (Scozia), Casa della Cultura Islamica, XXV Festival Internazionale di Montalcino, Camera del Lavoro Metropolitana, Comune di Sabbioneta (MN), Piccolo Teatro di Milano, Rotonda di Via Besana, Forum Città Mondo, Institute Français, Babel Tv/Sky.

 
OUTIS in greco antico significa “nessuno” e fa riferimento al celebre passo dell’Odissea quando Ulisse, per sfuggire a Polifemo che gli domanda il suo nome, risponde astutamente che il suo nome è Nessuno.
OUTIS è anche un’opera di Luciano Berio, presentata al Teatro alla Scala nel 1996. La scelta di dare questo nome al Centro è un omaggio al grande compositore. NESSUNO contiene una duplice accezione: la condizione di emarginazione degli autori d’oggi e la volontà di esplorare, la curiosità e il gusto per la scoperta che il viaggio di Ulisse contemplava.

 

Soci fondatori
Angela Lucrezia Calicchio  – Presidente
Bruno Bearzi
Enza Pineda
Fabio Pasqualin
Federica Santambrogio
Licia Gentile
Pier Mario Fasanotti
Pier Paolo Olcese
Simone Alberto Bearzi
 

trasparenza

Ci sostengono e ci hanno sostenuto negli anni

 

Loghi istituzionali